www.archeosub.it

NEWS 01-10

Notizie ed avvenimenti di ottobre 2001

News
Venezia e isole
Legislazione
Corsi & Convegni
Links
Architalia
Lavoro
Tecnica
Archeoforum
Federazioni
Triveneto - Adriatico
S.O.S.
F.A.A.V.
Archeopolis - servizi

Translate with Babel Fish:

Per segnalazioni e commenti: venezia @ archeosub.it, per informazioni info@archeosub.it

 

FAVIGNANA - Progetto Egadi - itinerario subacqueo (25102002)

 

Il progetto, avviato grazie ai fondi europei, sarà attivo dall'estate.

Consentirà di vedere i fondali delle isole oltre a trenta ancore di pionbo del terzo secolo a.C. e riferite alla battaglia delle Egadi.

Sarà possibile vedere otto cannoni di epoca medievale, di differenti tipologie provenienti da una nave pirata e colli d'anfora, ceppi d'ancora in pietra, frammenti di ceramiche.

Tutto questo sarà possibile vederlo da quando saranno attivati i primi tre itinerari subacquei.

Il progetto è guidato dall'archeologo Sebastiano Tusa.

Dalla prossima estate sarà possibile ormeggiare le imbarcazioni senza danneggiare i fondali grazie a dei plinti di ancoraggio. Il percorso sarà evidenziato tramite sagole, boe segnaletiche e cartellonistica studiata ad hoc.

 

Il centro informativo per il turista avrà sede nella palazzina Florio di Favignana. Ci sono anche delle indicazione dei costi da sostenere per le visite. Dai 15 ai 25 euro.

 

 

ritorna all'indice generale delle News

 

www.archeosub.it

 

GENOVA: Presentato l'esperimento e-Robot (robotica via internet) (12102002)

IL PROGETTO E-ROBOT: Robotica via Internet - CNR-IAN Robotlab

Sabato 20 Ottobre 2001 alle ore 10:30 presso SMAU Sala Marte, Palazzo CISI, Fiera di Milano Gianmarco Veruggio, responsabile del Robotlab del CNR-IAN di Genova ha presentato l'esperimento e-Robot che avrà luogo a Dicembre 2001 nel corso della XVII Spedizione Italiana in Antartide del PNRA

Nel corso della conferenza è stata realizzata una demo virtuale dell'esperimento reale che verrà realizzato a dicembre in Antartide, durante la XVII Spedizione del PNRA a Baia Terra Nova, utilizzando il robot Romeo, già impiegato nel corso della XIII Spedizione.

Romeo è un prototipo di Robot Sottomarino da ricerca, caratterizzato da un'architettura di controllo distribuita e modulare, la cui stazione di controllo può essere collegata ad Internet. Il collegamento con l'Italia del campo remoto sul pack verrà realizzato, in collaborazione con il Servizio Reti di Comunicazione del CNR, tramite link satellitare Inmarsat. Per trasmettere tutti i dati sarà necessario impiegare 3 canali a 64 Kbps: un canale verrà impiegato per inviare i comandi e ricevere la telemetria del robot e un flusso di immagini che permetteranno di monitorare l'attività in corso; due canali verranno uniti da un aggregatore di flusso a formare un unico canale da 128 Kbps che supporterà la trasmissione di immagini di migliore qualità secondo lo standard H320, impiegato commercialmente per la realizzazione di videoconferenze. Il sistema consentirà di pilotare il robot dall'Italia in tempo reale e vedere in diretta sia le immagini dell'azione al campo che le immagini riprese dal robot negli abissi col proprio PC, semplicemente collegandosi al sito "www.e-robot.it" con un comune Browser (Netscape®, MS Internet Explorer®) e scaricando l'applet Java che visualizza la console del robot.

Nel corso della dimostrazione a SMAU è stato possibile pilotare da Milano la replica virtuale di Romeo, immersa nell'ambiente di simulazione e sviluppo "Underwater Virtual World" in funzione nei laboratori di Genova del Robotlab, esattamente nello stesso modo in cui sarà possibile pilotare il robot reale durante le missioni scientifiche che condurrà in Antartide nel corso del progetto denominato Antarctic Benthic Shuttle.

I problemi che è stato necessario superare sono molteplici, sia per quanto riguarda la parte comunicazioni che per l'architettura di Navigazione, Guida e Controllo di Romeo, che deve tener conto del ritardo di comunicazione e dei disturbi introdotti dal collegamento satellitare e dell'attuale scarsa affidabilità di Internet. La valenza dell'esperimento è però notevole in quanto dimostra in pratica, e nelle peggiori condizioni possibili, uno dei tanti modi in cui i robot del futuro entreranno a far parte della nostra vita, modificando il nostro modo di svolgere lavori ingrati all'uomo.

Controllare un robot via Internet significa poterlo telecomandare da qualunque punto della Rete, anche senza la necessità di unità di comando specializzate. Anche se l'avvento di una rete a banda larga basata su fibra ottica permetterà di superare l'inefficienza attuale di Internet, il controllo di robot tramite Web richiederà comunque sempre robot dotati di una notevole intelligenza ed autonomia, sufficiente a fargli superare i ritardi e gli errori nella trasmissione dei comandi.

Possiamo quindi pensare a robot assistiti sul campo da tecnici specializzati e governati da specialisti che operano a turno dai loro laboratori, senza la necessità di raggiungere il luogo delle operazioni, ma possiamo pensare anche a schiere di robot di servizio, collegati alla rete dei futuri edifici cablati e in grado di scambiarsi informazioni e di essere controllati a distanza, che si prendono cura dell'ambiente e dei suoi ospiti, sia che si tratti di abitazioni, di ospedali o di alberghi.

Per informazioni: tel (39) 010 - 64 75 625 - fax +(39) 010 - 64 75 646

http://www.robotlab.ian.ge.cnr.it mailto:veruggio@ian.ge.cnr.it

 

ritorna all'indice generale delle News

 

www.archeosub.it

 

* SAN DONA (VE): Contributi per gli scavi di Eraclia (06102002)

La regione Veneto, nell'ambito di accrescere la conoscenza della civiltà dei Veneti antichi, ha concesso un contributo di 10 milioni al comune di San Dona per l'effettuazione, da parte del Museo della Bonifica, di un saggio di scavo in località Fossa-Cà Treviso nell'area dove esisteva Heraclia. Per il medesimo motivo un altro contributo è stato assegnato dalla Provincia di Venezia al comune di Concordia Sagittaria.

L'intervento è motivato con il fatto che gli studiosi ritengono particolarmente interessante l'area che sembra essere stata un punto di riferimento nei traffici, grazie alla presenza del fiume e di un ponte romano interessato dal passaggio della via Annia.

In particolare gli studiosi si atendono di trovare un'area appartenente ad un porto fluviale o ad una "mansio" militare

 

 

 

 

 

ritorna all'indice generale delle News

 

www.archeosub.it

 

LAGO DI BRACCIANO: ad Anguillara sarà ricostruito il villaggio sommerso de La Marmotta (03102002)

 

Il villaggio risale a circa ottomila anni fa, è stato rinvenuto nel 1994 ad Anguillara in località Marmotta. Oggi si pensa di ricostruirlo per far divenire Anguillara ed il lago di Bracciano un polo culturale a livello europeo.

L'obbiettivo oggi, è di stendere un progetto che dovrà essere operativo entro un anno.

   

 

 

 

ritorna all'indice generale delle News

 

 

 

www.archeosub.it

 

NAPOLI. Affidati ai privati la gestione del parco sommerso di Baia (02102002)

 

Una associazione temporanea di imprese ha vinto la gara per la gestione dei beni sommersi di Baia, nei Campi Flegrei.

Ottantamila metri quadrati da tenere sotto controllo, ma anche da valorizzare e rendere fruibili.

Il progetto sarà attivo dal 12 aprile 2002, con i primi due percorsi: Villa dei Pisoni e Villa a protiro.

La guida illustrerà tramite comunicatori, forniti ai visitatori subacquei le strutture ed architetture ancora perfettamente conservate, nonché le vicende storiche ad essa legate.

Per i visitatori non subacquei, ospiti su una barca dal fondo di vetro, la guida trasmetterà in diretta audio su mega schermo, le riprese dei percorsi archeologicio, interagendo con i presenti.

 
Parco Archeologico Flegreo:
Immagini tratte dal pieghevole illustrativo

Per informazioni: +39 081 5248169 - Fax +39 081 5249850

sito di riferimento: www.baiasommersa.it

 

 

 

ritorna all'indice generale delle News

 

News
Venezia e isole
Legislazione
Corsi & Convegni
Links
Architalia
Lavoro
Tecnica
Archeoforum
Federazioni
Triveneto - Adriatico
S.O.S.
F.A.A.V.
Archeopolis - servizi

Per segnalazioni e commenti: venezia @ archeosub.it, per informazioni info@archeosub.it

 

www.archeosub.it